Statuto

E’ costituita con sede in Roma l’ADOC – ASSOCIAZIONE PER LA DIFESA E L’ORIENTAMENTO DEI CONSUMATORI, Associazione di Promozione Sociale.
L’ADOC è l’associazione dei consumatori e degli utenti associati per la promozione sociale e per la difesa dei diritti nel rispetto dei principi affermati nella Costituzione Repubblicana, dall’art 153 del Trattato di Amsterdam e dalla Carta dei Diritti Fondamentali dell’Unione Europea e secondo le disposizioni previste dalla legge 281/1998, dalla legge 383/2000 e dal decreto legislativo 206/2005 e successive modifiche ed integrazioni.
L’ADOC è indipendente da qualsiasi influenza di governo, di confessioni e di partiti politici.
Non vi è alcuna incompatibilità tra l’adesione all’ADOC e la partecipazione a associazioni politiche o sindacali, i cui statuti o programmi non siano in contrasto con gli scopi, obiettivi e contenuti del presente Statuto
L’Associazione svolge attività di interesse generale per il perseguimento, senza scopo di lucro, di finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale.
L’Associazione ha sede legale in Roma via Castelfidardo 43/45.
La durata dell’Associazione è illimitata.

L’Associazione ha come scopo esclusivo la tutela dei diritti e degli interessi dei consumatori e degli utenti, in un’ottica di sostenibilità economica, sociale, ambientale e consumerista e di miglioramento della qualità della vita.
In particolare l’Associazione intende perseguire i seguenti scopi ed obiettivi:
1) stimolare le istituzioni, nazionali ed internazionali, e tutte le forze economiche, sociali, politiche e finanziarie che operano nel settore del consumo e dei servizi a garantire e rafforzare i diritti dei consumatori e degli utenti; 2) promuovere e favorire l’associazionismo, il volontariato e ogni forma di attività di utilità sociale a favore degli associati o di terzi; 3) contrastare, in attuazione dei diritti costituzionali concernenti l’uguaglianza di dignità e opportunità, ogni forma di discriminazione nei confronti dei consumatori e cittadini che, per cause di età, di difetti psichici, fisici o funzionali o di specifiche condizioni socio-economiche o di altra causa, siano in condizione di marginalità sociale; 4) accertare e promuovere la pluralità, la trasparenza e la correttezza dell’informazione ai consumatori da parte degli attori economici, la corretta certificazione della qualità e della sicurezza dei beni e servizi offerti e la tutela della privacy e dei dati personali; 5) promuovere la cultura e la diffusione della cultura consumeristica, del consumo responsabile e dello sviluppo sostenibile, a livello economico,
sociale ed ambientale, sia nei confronti delle imprese e istituzioni sia nei confronti dei consumatori e utenti, anche al fine di migliorare la qualità della vita e di tutelare, in ogni forma, il diritto alla salute dei cittadini; 6) promuovere sia la tutela dell’ambiente, anche in un’ottica di prevenzione delle calamità naturali, che la sicurezza della viabilità e delle infrastrutture di trasporto, nei confronti di qualsiasi soggetto, promuovendo la conciliazione come strumento di composizione delle controversie, attivando ogni eventuale azione giudiziaria, compresa la costituzione di parte civile e l’azione collettiva nelle forme e nelle sedi opportune;
7) per conseguire gli obiettivi statutari l’ADOC potrà promuovere e patrocinare interventi, studi, progetti e attività di ricerca, corsi e progetti di formazione e studio, conferenze, dibattiti, convegni e seminari nonché editare ogni tipo di pubblicazione e ogni genere di attività di divulgazione finalizzati allo sviluppo delle competenze sociali, economiche e culturali dei consumatori, utilizzando fonti di finanziamento previste da leggi e/o programmi di finanza locale, nazionale, comunitaria (anche attraverso l’istituzione di appositi partenariati ), oppure quelle provenienti da Enti o da privati con finalità affini a quelle dell’Associazione, attraverso gruppi di acquisto o la bilateralità con soggetti pubblici e privati; 8) sviluppare il dialogo e il confronto con tutti gli attori economici e stimolare a livello comunitario, nazionale e regionale un’attività legislativa e regolamentare che tuteli i diritti e gli interessi dei consumatori e degli utenti, favorendo l’informazione e l’educazione dei consumatori sui propri diritti fondamentali e su come tutelarli; 9) promuovere e tutelare i diritti e gli interessi individuali e collettivi dei consumatori ed utenti, ivi compresi i risparmiatori e i contribuenti, nei confronti di qualsiasi soggetto, promuovendo la conciliazione come strumento di composizione delle controversie, attivando ogni eventuale azione giudiziaria, compresa la costituzione di parte civile e l’azione collettiva nelle forme e nelle sedi opportune; 10) promuovere la formazione di proprie strutture territoriali e la costituzione di una rete di assistenza e supporto ai consumatori, prevedendo anche la possibilità di partecipare in Istituti, Enti, Organizzazioni, Fondazioni, Associazioni e Comitati nazionali ed internazionali che abbiano scopi e obiettivi analoghi a quelli dell’Associazione;
11) promuovere accordi o convenzioni stipulati con imprese o associazioni d’imprese, che non siano incompatibili con gli interessi dei consumatori, finalizzati alla tutela dei medesimi e degli associati.
Eventuali contributi, relativi a tali accordi o convenzioni devono essere dettagliatamente riportati in bilancio, secondo quanto previsto dall’art 3 comma g, del decreto n 260 del 21 dicembre 2012 del MISE;
12) Promuovere e tutelare i diritti umani, civili, sociali e politici, nonché i diritti dei consumatori e degli utenti delle attività di interesse generale di cui all’art. 5 del Decreto Legislativo n° 117 del 03/07/2017, promuovere le pari opportunità e le iniziative di aiuto reciproco, incluse le banche dei tempi di cui all’art. 27 della legge 8 marzo 2000 n. 53 ed i gruppi di acquisto solidale di cui all’art. 1, comma 266, della legge 24 dicembre 2007, n. 244;
13) L’ADOC, ove ritenuto opportuno per il conseguimento dei suddetti obiettivi statutari, potrà stringere alleanze, intraprendere rapporti e aderire ad altre organizzazioni italiane, comunitarie e internazionali, che si prefiggano scopi analoghi.

L’Associazione è costituita da soci. Possono far parte dell’Adoc le persone fisiche e giuridiche che condividono le finalità dell’Associazione e si impegnano ad accettare e rispettare lo Statuto, i regolamenti interni e le decisioni assunte dagli organi statutari.
I soci iscritti all’Associazione partecipano alla vita associativa, tutti i soci possono essere eletti alle cariche associative ed esercitare il diritto di voto in modo libero e democratico in qualsiasi istanza o livello dell’Associazione.
Chi intende iscriversi può presentare domanda presso tutte le sedi dell’Associazione e deve compilare e sottoscrivere una scheda di adesione. La richiesta si intende accolta con il rilascio della tessera che può essere trasmessa anche on-line e che viene stampata e distribuita esclusivamente dall’Adoc Nazionale.
L’iscrizione comporta per il nuovo socio il versamento della quota annuale e di altre contribuzioni eventualmente richieste per il godimento dei servizi associativi.
Tali contributi sono finalizzati all’esigenze di tutela dei consumatori e debbono rispecchiare lo spirito solidaristico dell’Associazione.
Eventuali abusi saranno sanzionati dagli organi competenti.
La modalità di iscrizione è disciplinata attraverso il regolamento sul tesseramento approvato in sede di Direzione Nazionale con cadenza almeno annuale, con la tracciabilità economica e anagrafica, così come previsto dall’art. 3 comma 4 del Decreto Ministeriale del MISE del 21 dicembre 2012.
L’iscrizione che non rispetti tali requisiti è da considerare nulla.
La struttura nella quale si rilevino tali inadempienze, dovrà essere sottoposta al monitoraggio dagli organi competenti, che possono proporre una assemblea straordinaria dei soci anche finalizzata al rinnovo degli organi statutari.
La qualità di socio si perde per morte, dimissione notificata per iscritto, morosità, per provvedimento di esclusione.
Può essere escluso il socio che venga meno agli obblighi derivanti dal presente statuto o che danneggi in qualsivoglia modo gli interessi della associazione o compia azioni incompatibili con i fini della medesima.
Il provvedimento di richiamo, sospensione, esclusione/i del singolo socio è adottato dalla sede provinciale competente e viene deliberato dalla Direzione
Provinciale che provvede all’invio della comunicazione scritta al socio interessato.
Il socio escluso può presentare ricorso al Collegio dei Probiviri Regionale entro 30 (trenta) giorni dal ricevimento della comunicazione del provvedimento di esclusione. Nel caso in cui il socio rivesta incarichi regionali o nazionali il provvedimento di esclusione è adottato dalla Direzione Nazionale e il ricorso contro il provvedimento di esclusione va presentato al Collegio dei Probiviri Nazionale con le stesse modalità.
La decadenza per morosità è deliberata dalla Direzione Provinciale della sede provinciale competente per il socio che non abbia adempiuto al versamento della quota associativa entro il 31 dicembre dell’anno successivo a quello del precedente versamento.
Gli associati che cessano di appartenere all’Associazione non possono richiedere i contribuiti versati e devono corrispondere quelli maturati, né hanno alcun diritto sul Patrimonio dell’Associazione.
I procedimenti di commissariamento degli Organi dell’Adoc Regionale o Provinciale devono concludersi entro sei mesi dalla comunicazione della deliberazione della Direzione Nazionale dell’atto di commissariamento; è ammessa una proroga motivata per ulteriori sei mesi.