Più tutele e garanzie per i pendolari ferroviari italiani

Più tutele e garanzie per i pendolari ferroviari italiani

Siglato oggi il protocollo d’intesa tra Trenitalia e le associazioni dei consumatori per introdurre anche nel trasporto regionale la Conciliazione Paritetica, un sistema che consentirà ai viaggiatori di risolvere in modo rapido le piccole controversie senza dover ricorrere alla giustizia ordinaria.

“L’80% della mobilità ferroviaria si svolge a livello regionale per questo l’accordo sottoscritto con Trenitalia, che estende il protocollo di conciliazione paritetica al trasporto regionale, è di importanza storica.” – le parole di Roberto Tascini, Presidente dell’Adoc.

Come Adoc riteniamo la conciliazione paritetica uno strumento importantissimo che consente, infatti, di comporre in modo rapido ed efficace eventuali controversie e da domani questo strumento innovativo è a disposizione di tutti i pendolari italiani.

“Ora dobbiamo puntare a migliorare sempre di più il servizio ferroviario perché un trasporto pubblico locale di qualità garantisce benessere e sostenibilità al nostro Paese”. – continua Tascini.

“Il Recovery Plan può rappresentare l’occasione per accelerare questa prospettiva attraverso investimenti e riforme che consentano di recuperare i ritardi infrastrutturali nelle aree metropolitane, di elettrificare le linee ferroviarie al Sud, di potenziare le linee nazionali secondarie”.

“Speriamo in un continuo dialogo con Trenitalia volto al potenziamento infrastrutturale e all’abbassamento dell’età media della flotta ferroviaria regionale per avere convogli più moderni e confortevoli”. – ha concluso Tascini.