Adoc: mercato libero nella totale disinformazione dei consumatori

L’avvio del mercato libero continua nella totale disinformazione e a solo danno dei consumatori vittime di call center aggressivi. Lo abbiamo ribadito all’on. Gusmeroli, presidente della Commissione Attività Produttive ma anche nell’audizione con ARERA che le AACC hanno tenuto lo scorso 23 aprile. Riteniamo inaccettabile che le aste per i clienti vulnerabili possano atterrare su prezzi più alti di quelli per clienti nelle tutele graduali. Allo stesso modo siamo convinti che se si vogliono realmente aiutare i consumatori devono essere progressivamente spostati oneri e accise dalle bollette energetiche nella fiscalità generale. In questa totale disinformazione e preoccupazione giudichiamo positivamente la proposta del presidente Gusmeroli di poter rientrare nel mercato tutelato attraverso lo sportello del consumatore di ARERA per poter superare l’ostruzionismo di alcune società e per poter dare una reale risposta ai consumatori ormai alla deriva.
  • Siamo ancora in attesa della campagna informativa tanto annunciata e di cui si sono perse le tracce.